Studi di laboratorio/ricerca

MOUSTIQUES ? NO GRAZIE!

PERCHÉ PROTEGGERSI CONTRO I VETTORI ?

“La maggioranza delle malattie umane seriamente legate con la febbre, sono provocate da microrganismi trasmessi dagli insetti.”

D’accordo con le stime degli scienziati, una di ogni sei persone è infetta in questo momento da malattie trasmesse dagli insetti. Secondo l’informazione dei centri di salute degli Stati Uniti, dal secolo XVII fino agli inizi del secolo XX, erano più numerose le malattie e le morti provocate da queste cause, che dall’insieme del resto delle altre cause.

 

COSA SONO I VETTORI?

In generale molta gente usa il termine insetto non solo per indicare gli insetti di sei zampe come le mosche, le cimici, le pulci o i pidocchi, ma anche per animali di otto zampe come le zecche e gli acari. Biologicamente, tutti questi animali appartengono all’ampio gruppo degli artropodi. Vettori = animali che trasmettono malattie.

 

COSA SONO I VETTORI E COME TRASMETTONO LE MALATTIE?

La trasmissione di una malattia può avvenire in due modi:

1. I vettori come le mosche possono trasportare con le loro zampe una grande quantità di microrganismi, che provocano malattie (tifo, dissenteria, colera o tracoma (che è la causa più frequente al mondo per la cecità) quando superano una certa quantità.

2. L’altra possibilità è che, i vettori trasmettono batteri, virus o parassiti attraverso le loro punture o morsi. In questo modo trasmettono i germi da una vittima infettata al corpo di una nuova vittima.

 

PERCHÉ INFOCARSI SOPRATTUTTO SULLE ZANZARE?

Di tutti gli insetti che trasmettono malattie, le zanzare sono le più pericolose. Il genere Anopheles è quello che trasmette la malaria, che insieme alla tubercolosi è la malattia infettiva più mortale al mondo. Nelle zone temperate d’Europa, le zecche trasmettono il Lyme Borreliosis.

Le zecche possono trasmettere vari agenti patogeni, che possono trasmettersi con una sola puntura.

 

 

COSA SPINGE LA ZANZARA A MORDERE?

Fame, fame e fame! Le zanzare vivono solo pochi mesi e solo la femmina morde. Hanno bisogno di proteina aggiuntiva per far maturare le uova e immagazzinare energia. Morde fino a saziare la sua fame. I maschi delle zanzare hanno bisogno dello zucchero come alimento, che conseguono dalle piante. In temperature calde (25-30°C) una femmina può avere bisogno di nutrirsi di sangue ogni 2-4 giorni. Se è nervosa, la femmina morde la sua vittima e aspira il sangue ripetutamente, fino a ingerire il volume necessario. Dopo una buona ingesta di sangue, la femmina depone da 50 a varie centinaia di uova, dipendendo dalla specie. L’umidità atmosferica è vitale per tutte le zanzare ed è decisiva per le loro attività di aspirazione del sangue. I modi di tale attività dipendono dalla specie della zanzara.

Possono pungere iniziando dalla mattina presto fino alla fine del giorno e persino durante la notte.

 

 

COME FANNO LE ZANZARE A INDIVIDUARE LE LORO VITTIME?

Il loro olfatto non è stato ancora completamente compreso nonostante siano stati già condotti un’infinità di ricerche. Non è ancora chiaro quale sia il criterio che guida alla zanzara femmina verso la sua vittima per succhiargli sangue. Il genere, l’età della persona o se ha mangiato o meno aglio, non sembrano essere fattori molto importanti. I criteri più importanti si basano sul calore corporale, sulla CO2 esalata (diossido di carbonio) insieme a un numero di componenti dell’odore come la traspirazione o l’urina dei vertebrati.

Le zanzare posseggono un senso dell’olfatto molto sviluppato. Essenzialmente hanno delle batterie di sensori dell’odore nelle loro antenne, all’estremo del pungiglione e sulle zampe.

 

CHE TIPI DI PRODOTTI ANTI ZANZARE SONO DISPONIBILI?

I dispositivi sonori che spesso si vedono pubblicizzati, sono utili, ma non funzionano in una frequenza utile contro tutte le zanzare. Le zanzariere in molti casi non servono per le zanzare visto che hanno maglie troppo larghe. Un altro problema è dato dal fatto che una zanzara femmina, quasi sempre trova il modo di passare attraverso i fori delle zanzariere. Gli specialisti quindi raccomandano di far trattare le reti dei materassi con prodotti speciali contro le zanzare.

Esiste anche una vasta selezione di repellenti spray.

Il problema con questi prodotti consiste nell’efficacia limitata di questa misura preventiva, che dopo qualche ora non è più valida.

 

 

LA PROTEZIONE ANTI ZANZARA NEI TESSUTI.

è più conveniente per gli utenti dell’emisfero occidentale. Come supplemento agli spray, la protezione può fare aumentare il livello di sicurezza nelle regioni critiche.

  • Non irrita, e questo la rende adatta anche alle persone allergiche.
  • La sostanza è fissata sulla tela e non direttamente sulla pelle.
  • Non è necessario ripetere il trattamento. Questi prodotti con Marca Registrata, offrono un risultato realmente buono a livello di repellenza delle zanzare e si inquadrano efficacemente tra le misure preventive annunciate.
  • è stata provata e approvata per tessuti di Classe I tessuti (baby).
  • è biocompatibile con la prova di Citotossicità Test ITV.

T-shirt Anti-moustiques

COSA ALLONTANA LE ZANZARE?

La ragione per cui alcuni ingredienti attivi funzionano e altri no, non è stata ancora stabilita definitivamente dalla scienza, tuttavia l’ingrediente attivo Permetrina applicato sui prodotti tessili ha dimostrato di essere molto efficace.

La Permetrina appartiene al gruppo dei piretroidi, composti sintetici che derivano strutturalmente dalle piretrine naturali, ma che offrono una stabilità più alta rispetto a queste. Per una visione scientifica, le seguenti dichiarazioni sono considerate le cause più probabili:

  1. Le molecole dell’ingrediente attivo bloccano i pori dei peli dei sensori di umidità delle antenne della zanzara, evitando che le femmine in volo individuino la vittima, anche dopo essere state stimolate dal CO2 esalato (diossido di carbonio). La zanzara femmina non viene in questo modo allontanata, semplicemente si evita che atterri sulla pelle della vittima alla ricerca di sangue. Zoological Institute.
  1. Gli odori corporali delle vittime rappresentano gli stimoli sensoriali più importanti che guidano gli insetti che pungono alla ricerca delle loro vittime. I repellenti sintetici contro le zanzare Aedes agiscono confondendo il loro stimolo sensoriale (odore corporale) e non ostruendo gli organi che percepiscono gli odori della vittima, non producono nemmeno effetti farmacologici generali sul sistema sensoriale delle zanzare. Quindi, la zanzara femmina non trova la traiettoria per atterrare sulla vittima protetta ed è costretta a cercarne un’altra. Institute of Zoology.
  1. Allo stesso tempo a un 6% di persone questo prodotto non offre un’alta percentuale di protezione, a causa degli stimoli sensoriali che offriamo ai vettori, sia l’odore, la temperatura corporale o la quantità di CO2 esalata con la respirazione. Nonostante ciò, questo funziona con alcuni gruppi di vettori ma non con altri. STINGbye assicura, come comprovato dai risultati di laboratorio, un’efficacia garantita contro i vettori, per un’alta percentuale di popolazione.

T-shirt Anti-moustiques

PROVE DI EFFICACIA- APPLICAZIONI MILITARI:

Istruzioni di somministro, uso per gli indumenti militari: (Estratto dal documento di istruzioni (non la totalità, per Maggiori informazioni richiedere il documento completo. Indicazioni Tecniche che documentano il somministro): Il tessuto tessile che è stato sottoposto al trattamento di protezione contro i vettori e il capo confezionato devo essere efficaci permanentemente contro tutti gli artropodi succhia sangue (vettori).

L’EFFETTO PROTETTORE PERMANE INALTERATO ANCHE DOPO CENTO LAVAGGI.

LABORATORI/ MICROBIOLOGIA/ ANALISI, TESTATO CON SUCCESSO: Con risultato: soddisfacente. 

Répulsion anti-moustiques confirmé ! Conclusion finale : La comparaison des tissus traités avec les non traités confirme la très bonne répulsion du produit

 

ISTITUTO TROPICALE:

Obiettivo: Contribuisce al miglioramento della salute delle persone a livello internazionale e a livello nazionale attraverso ricerche, servizi e diffusione/formazione. Servizi: Centro per la Salute Internazionale con competenza in malattie tropicali, Centro Nazionale di diagnostici e vaccini. Insegnamento e ricerca: parassitologia medica, infezione biologica, salute pubblica ed epidemiologia.

TESTATO NELL’ISTITUTO TROPICALE: TEST DI REPELLENZA.

TESTATO DALL’ISTITUTO TROPICALE. PUNTURE DI ZANZARE E SANGUE DI ALIMENTO

È stata realizzata una prova con l’avambraccio di un volontario avvolto nel tessuto per la prova, con la mano protetta da un guanto. Il braccio è stato introdotto nella gabbia che conteneva 200 zanzare. Nove zanzare si sono dirette sull’avambraccio che è stato esposto per 2 min. Stimolate dal braccio tiepido e dalla sua traspirazione, la maggior parte delle zanzare hanno deciso di pungere allo sconosciuto, ma nessuna ci è riuscita. Quando in un’altra prova l’avambraccio del collaboratore è stato avvolto con un tessuto non trattato, invece del tessuto usato nel primo esperimento, sul braccio esposto nella gabbia per lo stesso tempo, 40 zanzare iniziarono a interessarsi al braccio. Quattro delle quali riuscirono a pungere al collaboratore. Risultato della prova di laboratorio: EEfficacia Dimostrata.

Comments are closed.